Alla bambina che avrò; forse, un giorno, chissà.

Avremo le bolle di sapone, anche se è marzo ed il tempo è un po’ sul chi va là; anche se farà freddo e rischieremo il raffreddore.
Ci giocheremo giusto un po’, giusto quel che basta, poi doccia calda e tazza di cioccolata. 
Avremo una stanza dei giochi piena di blu, che lo so che non è un colore propriamente femminile, 
ma non è che uno il colore preferito lo sceglie in base al sesso, se piace, piace, amen. 
Avremo canzonette ripetute e ripetute ancora, fino allo sfinimento, fino a portarcele in testa anche il giorno dopo, e quello dopo ancora. 
Avremo il mare vicino, questo te lo prometto sopra ogni cosa, e ci potremo andare ogni volta che vorremo. 
Non lo so ancora in quanto saremo simili e in quanto, invece, ai due opposti, però, ecco, non lo so se e quanto importerà, non lo so se e quanto influirà. 
Ti spiegherò che l’amore verso gli altri non può esserci senza quello verso se stessi, che una delle poche cose che contano, da questa parte di mondo qua, è mettersi in gioco, sempre; anche quando vuol dire sentirsi sull’orlo di precipizio.
Ti spiegherò che, spesso, quella che penserai sia una probabile caduta, un probabile burrone, in realtà è solo un picco da cui darsi slancio, da cui spiccare il volo.
Ti spiegherò che l’amore che hai dentro lo devi far crescere tutti i giorni, che, altrimenti, rischia di spegnersi e lasciarti senza luce e senza sorrisi. 
Ti spiegherò che mai nessuno, nessuno davvero, potrà avere potere sulle tue decisioni e sulle tue scelte,
anche quando ti sentirai in debito, perché alla fine sarai tu, soltanto tu, l’arbitro della tua vita.
Ti spiegherò che la verità ti farà da amica, anche quando sarà amara e ti sembrerà crudele, e ti spiegherò, purtroppo, che ci saranno persone a cui questo non è stato insegnato, e allora mentono, ma tu, amore mio, non cadere mai in una trappola simile. 
Non pensare di essere in difetto, sol perché la dici, e ai molti non piacerà, non lo pensare mai.
Non ti cullare di menzogne, non cadere nei vittimismi, non ti omologare mai, neanche quando qualcuno ti striscerà di fronte cercando di confondere gli stolti creduloni. 
Non cadere nei tranelli, non inciampare negli intoppi, non farti abbindolare dalle mezze verità. Ma se dovesse capitarti, non temere, ti farò da amica anche in questo; ci sarò. 
Dillo sempre quello che pensi. Sii vera, in ogni circostanza. Perché sarà il valore migliore che ti porterai addosso.

0

Leave A Comment

Facebook