Buon nuovo anno

Le cose che vanno e le cose che restano; i conti di fine anno, la voglia di credere che tutto cambierà, e chissà, poi, se tutto cambierà sul serio. È solo un numero, un nuovo mese che inizia, un calendario che riparte. Sei tu che decidi se cambierà qualcosa, non l’ultimo dell’anno, non le lenticchie, non i fuochi d’artificio. E allora non ci pensare a quello che è stato, è passato. Non far caso a chi hai lasciato indietro, a cosa ti sei perso, a cosa non hai considerato, all’importanza di troppo o a quella ch’è mancata. Non farti venire i dubbi. Non sarebbe andata diversamente. Forse avresti fatto percorsi diversi, più lunghi o più corti, ma sarebbe andato tutto nello stesso modo, seppur percorrendo strade differenti. Tutto va come deve. E se hai deciso così, è così e basta. Non riaprire capitoli, certe storie è giusto viverle, ma è più giusto lasciarle andare. Non aspettare che qualcuno cambi, non si può; non sforzarti di cambiare qualcuno, non ci riuscirai, piuttosto cambia tu. Non accontentarti di rapporti mediocri che fanno più male che bene. Non stringere più forte chi non è in grado di abbracciarti. Non rincorrere chi se ne va. Evidentemente siete giunti alla fine del vostro cammino insieme, ma ne hai di strada da fare, ancora; non farti venir voglia di ritornare indietro. Sai già com’è, ci sei stato. Ama, ama fortissimo, in una maniera smisurata e totalizzante, ma non scordarti che sei tu la prima e la più importante persona da amare. Non coprire le cicatrici, non vergognarti di aver pianto, sfoggiale, come se fossero il migliore dei tuoi vestiti. Certe botte non smetteranno facilmente di far male, ma sono la nitida dimostrazione che ce l’hai fatta, sei andato avanti. Cadi ancora, ad ogni inciampo impari che la parte più bella è rialzarsi. Bastati. Non troverai mai chi ti completa, perché sei tutto intero esattamente così, e la persona che amerai, per quanto possa amarti, non sostituirà mai quello che sei. Sarà un valore aggiunto, non un incastro pronto a darti una forma tutta nuova. Non saresti più tu, altrimenti. E se qualcosa va male, alla fine della giornata, festeggia. Che sia con un calice di spumante o un sacchetto di pop-corn, festeggia per il giorno che sarà domani. Ogni giorno può essere un nuovo inizio. Sei tu che decidi. È la tua vita.
Gin.

gin, anno

credit: stefania_catana

0

Leave A Comment

Facebook