Category Carodiariotiscrivo

Siate grati perché il mondo ha bisogno di gentilezza e gratitudine

Non scordate di metterci il cuore. Sempre il cuore. Contro tutto e tutti, il cuore. ‘Ché anche quando vi pare che ve l’abbiamo restituito in pezzi, state certi, batte ancora. C’è un posto, qui a Milano, dove la gente si mette in fila dalle prime ore del mattino per ricevere del cibo, immagino. Non so cosa venga distribuito, in questo posto, di preciso; eppure, tutte le volte c’è una fila

Continue reading…

Ti auguro la bellezza, quella vera, autentica

Ti auguro la bellezza, quella vera, autentica, che scalpita dentro il cuore e senti nella pancia. Ti auguro sfumature di buon umore da portare sempre con te. Ti auguro miriadi di lacrime, ma che siano solo di felicità. Ti auguro sorrisi giganteschi e risate fortissime. Ti auguro la meraviglia di stupirti per ogni dettaglio, e di far stupire per ogni singola emozione. Ti auguro mari cristallini dove nuotare senza fatica.

Continue reading…

Se amo sono felice

Se amo sono felice. E felice è quello che voglio essere.   Mi è preso un coccolone, stamattina. Ho steso i panni accumulati, una quantità industriale e mi sono accorta di essermi vestita solo di grigio e di nero in questi giorni. E a dirla tutta, a me il nero ed il grigio non piacciono tanto. Li uso per nascondermi. Ho una striscia di eyeliner, rigorosamente nera e storta, tutti

Continue reading…

La vita che sognavo da bambina

La vita che sognavo da bambina. Non mi sono mai chiesta se fosse quella che stessi vivendo. Questa qui, un po’ ingarbugliata e con qualche nodo. Oggi, però, me l’hanno chiesto. è la vita che sognavi da bambina? Ero una bimba un po’ strana, venuta su tra palloni da calcio e Barbie rigorosamente more. Con il bleah fisso, verso quelle abluzioni troppo da femminuccia. Senza alcun prototipo di principe azzurro,

Continue reading…

Preferisco andarmene…

Quando me ne vado dalla vita di qualcuno, non lo faccio per vigliaccheria o per mancanza di interesse. Me ne vado quando so che restare non avrebbe senso. Quando non sento più di appartenere ad un certo posto. Quando non sono più a mio agio. Quando mi sento di troppo. E quando non ci son più le basi per proseguire. Quando, i nodi che vengono al pettine, non possono essere

Continue reading…

Più di ogni altra cosa al mondo

Sono un fiume di parole, io. E tu le parole non le reggi,  non ci badi, non ci fai caso. Sei più pratico. Ma io, pratica, a dirla tutta, non lo sono stata mai. Questione di indole, immagino: io amavo i temi, i discorsi prolissi, le promesse letterarie; tu i calcoli, le risposte esatte, il metodo. Siamo diversi. Esageratamente diversi. Forse troppo. Di quella diversità che spaventa, ma che a

Continue reading…

Le 103 cose che mi mancano di te

La sfumatura verde dei tuoi occhi Il tuo modo di sorridermi Gli abbracci appena ti svegli Il modo in cui mi cerchi, e non te ne accorgi, mentre dormi Lo sguardo assonnato appena sveglio I tuoi capelli senza gel al mattino I tuoi capelli con il gel Il modo crucciato che hai di accendere la TV mentre facciamo colazione Il tuo giocare in casa con quella (brutta) pallina nerazzurra Lo

Continue reading…

Amate fortissimo

Amate fortissimo. Con tutto l’amore che sentite dentro di voi. Fino a scoppiare, fino ad essere incapaci di distinguere se quell’amore che sentite, fa parte di voi o se siete voi stessi ad essere amore. Anche se poi dovrete pentirvi di tutto quell’amore. Amate a dismisura. Ad oltranza. Anche quando tutto vi si ritorcerà contro. Anche quando vi diranno che è la persona sbagliata, che quell’amore andrebbe riposto diversamente, scandito

Continue reading…

Voglia di stupirmi

Non ho mai perso la voglia di stupirmi. Ci pensavo stamattina, guardando un cielo azzurrissimo che, dopo qualche giorno di pioggia mi rincuora e mi emoziona. Non ho mai perso la voglia di sorridere, e giuro che ci son state volte in cui avrei potuto, forse anche dovuto, ma non l’ho fatto. Marzo mi somiglia un po’, perché va bene che non c’è nulla di certo, va bene che può

Continue reading…

Portami al mare

Portami al mare, quando dell’estate si sentirà solo un lontano profumo ma sarà andata via, quando la brezza di fine settembre farà agitare le onde e scompiglierà i capelli, quando la sabbia sarà più fredda e più intima. Quando avremo mille cose da dirci, e quando, in silenzio, ce ne diremo più di mille; quando avremo qualcosa da festeggiare o quando avremo qualcosa su cui riflettere. A raccogliere conchiglie da

Continue reading…

  • 1 2 4
Facebook