Category Pensieri sparsi

Storie, non sempre solo storie.

Una storia d’amore è un po’ come un bambino, lo vedi nascere, ci impari a convivere, lo nutri, lo proteggi, gli fai da scudo, faresti il possibile e l’impossibile per fare in modo che stia sempre bene, che sia sempre impeccabile, perfetto, nel giusto. Ci investi sentimenti,emozioni, energie. Lo tieni per mano, fiera di quel che è, e fiera di quel che ti ha fatto diventare. Quando ami sul serio,

Continue reading…

Non ho rimpianti.

C’è un posto, da qualche parte nella mia anima, dove ho conservato in ordine cromatico tutte le cose che non ti ho detto. Dalla più chiara, dalla più innocente, fino alle rosse, vive e forti, per finire alle nere, che son quelle brutte, quelle di cui mi sarei pentita, poi. Ti dico la verità: non vado mai a riprenderle, però so che sono lì, in qualche posto non del tutto spolverato.

Continue reading…

Resta solo il buono.

Io e lui siamo finiti così tante volte che, sinceramente, questa non mi sembra poi la più tragica. Sono certa, però, che sia la più consapevole. Abbiamo deciso, mesi fa, quasi di comune accordo, di prenderci una pausa. Non proprio così delicatamente come lo sto spiegando, ma vabbé, non importa. Alcuni giorni ho creduto che sarei impazzita, altri che non ce l’avrei fatta. Delle volte, diverse volte, ho riempito quaderni e fogli di frasi che avrei voluto urlargli

Continue reading…

Ti devi innamorare.

Ti devi innamorare. È questo, solo questo, il punto. Tu non sei innamorata. E non t’innamori perché lo scegli, perché te lo imponi, t’innamori perché succede. E devi piantarla di frequentare gentaglia che non fa al caso tuo. Tu hai bisogno di qualcuno che non ti consideri folle. Hai bisogno di qualcuno che sappia di tutti i tuoi sbalzi d’umore, e che impari a riconoscerli per riuscire a trattenere più a lungo i momenti felici.

Continue reading…

L’ho amato.

L’ho amato come si amano le cose che arrivano all’improvviso, quelle che non avresti mai creduto potessero coinvolgerti così tanto. L’ho amato dal suo primo sorriso, per il modo in cui metteva il broncio, per il modo in cui strizzava gli occhi, per la fossetta sotto al mento che poi, col tempo, è diventata il mio punto preferito in cui fermare le dita dopo ogni carezza. L’ho amato per i suoi abbracci, quelli in cui mi sembrava che niente, e

Continue reading…

Passerà, ovvio che passerà.

Sai, le solite parole di circostanza sono sempre le stesse. Nonostante delle volte, molte volte, siano zeppe d’affetto, son le stesse cose che ti direbbe anche un estraneo. Passerà. Ovvio che passerà. Ci penserai di meno, perché è normale che sia così.  Ti impegnerai di più, per non permettere ai momenti buco di riempirsi di gocce di nostalgia. E ti ri-innamorerai. Perché gli uomini e le donne sono nati per incontrarsi, per cullarsi, e

Continue reading…

Facebook