O tutto o niente.

gin

credit: AlinaZueva

Non sono fatta per le mezze misure, per le alternative, per le scelte mezzane.
Per me, è tutto o è niente, il mezzo no, il mezzo mai.
Mi rendo perfettamente conto che, delle volte, “nell’accontentarsi” ci sia il giusto.

Solo, non capisco, per quale motivo dovrei accontentarmi?

Per quale motivo dovrei farmi andar bene, qualcosa che bene non va?

Non sono per le buche, sono per i burroni. Non sono per il vento, sono per gli uragani.

Non sono per la pioggerella, sono per gli acquazzoni. Sono così da sempre.

Non scelgo mai opzioni dedotte razionalmente. Non lo so fare. Io sono per l’irrazionalità.

 

So che non è un bene, e non è una presa di posizione.
Io non so, sul serio, fare diversamente.

gin

credit: AlinaZueva

Ho bisogno di tuffarmi a capofitto, anche nel vuoto se necessario. Mi devo tuffare. Devo rischiare.
Con le persone, con le relazioni, con gli ostacoli. Poi se va male, pazienza.

Se va male, ci ho provato. Ma non sia mai, che io non osi in qualcosa per la paura di sbagliare.
Quand’ero bambina cadevo sulle ginocchia. Adesso, probabilmente, casco e mi riduco a pezzi il cuore.

Ma preferisco tenermelo così, scheggiato ed incerottato, piuttosto che vuoto e sciatto, per il timore di non fare la scelta giusta.

Ho bisogno di un po’ di impossibile, di poche certezze, di pochi appigli.

Uno scoglio, ha bisogno di un’onda alta per bagnarsi durante la mareggiata.
Il cielo ha bisogno di un temporale forte per cacciare via tutti i nuvoloni.
Un uragano ha bisogno di altro vento.

Sono una di quelle che non puoi trattenere, puoi solo correrci insieme.

5

Leave A Comment

Facebook