Posso lasciarti andare

Non ero pronta. Oggi, lo so. Per questo ti ho perdonato cose imperdonabili. Ti ho perdonato tutto quello che, probabilmente, nessuno riuscirebbe a perdonare mai. Non l’ho fatto per mancanza di orgoglio, di dignità o spina dorsale. Ce l’ho un carattere, e tutti quei perdoni e quelle mancanze, volta per volta, annientavano un po’ di quel che ero, ed anche un po’ di quello che sarei voluta diventare. Ma era l’unica cosa che riuscissi a fare, l’unica che mi venisse naturale. Ti ho abbracciato, tutte le volte; anche quando avrei dovuto sbatterti le porte in faccia.
Lo sapevi. Per questo ritornavi, perché sapevi che ci sarei stata, che sarei rimasta. E non mi rendevo conto di quanto questo mi impedisse di essere felice, di quanto tutto questo somigliasse così poco all’amore. Non sapevo farci niente. Per questo, cercavo tratti della tua personalità nei caratteri degli altri, qualche vaga somiglianza, qualche punto in comune. Non l’ho fatto per cattiveria, o malizia; questo no. Ti ho cercato a lungo, in mezzo agli altri, ma gli altri non erano te. Così ho smesso. Sono passati anni. E dopo averti rivisto, dopo averti parlato, ho capito che in tutti questi anni non ho fatto altro che idealizzarti, non ho fatto altro che cullarmi sull’idea di un amore che, all’Amore ci somiglia molto poco. Siamo riusciti a parlare, sono riuscita ad essere tranquilla, serena, a dirti tutto, a svuotare il cuore ed i pensieri, fino a rendermi conto che non sarebbe cambiato niente di quel rapporto assurdo che abbiamo già vissuto, ma sono cambiata io. Me ne sono resa conto guardando te. Rendendomi conto che non nutro né rancore né rimorsi, ma soprattutto, neanche amore. Ti ho permesso di rientrare nella mia vita perché stavolta ero pronta. 

   Stavolta posso lasciarti andare.

Gin.

1

Leave A Comment

Facebook