Le cose che spaventano. Quelle vere.

Ho spedito una cartolina da Cracovia ad una persona che non c’è più. Una persona che quasi due mesi ha mollato le redini, non ce l’ha fatta , e si è lasciata inghiottire dalla malattia che la stava consumando. Ci ha provato davvero. A combattere. A farcela. A restare aggrappata al mondo.  Le ho spedito la cartolina perché, per me, quella resta sempre casa sua. Anche se ora, quella cartolina,

Continue reading…