Tipi di uomini

Prima di cominciare, tengo a precisare di cuore e col cuore, che sarò estremamente ironica. Molto, molto ironica. Non sono una femminista, non ce l’ho con gli uomini per partito preso, assolutamente. Lo scopo di questo post è soltanto quello di farsi una risata, ed ovviamente, aspetto resoconti maschili. 🙂 

Ci sono delle volte, forse parecchie, forse poche, in cui una donna torna indietro. Per pura scelta, senza essere costretta. Torna indietro a farsi delle domande. A chiedersi come miseriaccia abbia fatto ad uscire con uno così.

Li riconosci. Certi tipi li riconosci dal “ciao”; ma siamo donne, e pertanto, per qualche assurdo deficit nel nostro corredo cromosomico, ci usciamo lo stesso. Piccole tigri coraggiose, che partono in quarta, spedite, come se non ci fosse un domani, per poi rimanere a leccarsi le ferite. Succede. E per qualche assurda, in-commentabile, incredibile, spassionata ragione, ri-succederà. Lo sappiamo già: ri-succederà.

Alcune di noi hanno la spiccata indole di uscire con quelli sbagliati. Come se si trattasse di un dono, di un talento innato, di un atto coraggioso. E non ci rendiamo conto che è solo l’inizio di un gran casino. L’ingresso del tunnel “ma-com’è-che-li-trovo-tutti-io?” 

Facciamo una lista dei possibili uomini che potremmo incontrare. Alcuni li ho conosciuti davvero. Sinceramente, non ne vado fiera 🙂 ,perdonatemi! Ma, alla fine dei conti, mi è servito. Se non altro, a riconoscerli, poi.

gin, uomini

credit: ionoi.it

Uomini Stregatto: Sono quelli che sanno cosa dirti, quelli che sanno esattamente cosa fare, come prenderti, come rispondere. Quelli che hanno le loro idee, le loro convinzioni, ma piuttosto che presentartele, ti rispondono dicendo esattamente quello che ti piacerebbe sentirti dire. Lo sanno già, sono furbi, sono scaltri, hanno fatto i compiti. Ti hanno studiata a tavolino, come se fossi uno schema di una partita a scacchi. E nei primi tempi è tutto fantastico, tutto incredibile, tutto pazzescamente mistico, per poi cadere precipitosamente nella vita vera. Perché, volenti o nolenti, prima o poi la vera indole, l’essenza, viene fuori. Non si può fingere per sempre, per fortuna! E ti chiedi ma questo chi è, cosa vuole, cosa dice, come ho fatto a non accorgermene. 

Non darti colpe, donna. Non ne hai. Non potevi saperlo. Non potevi immaginare che qualcuno potesse fingere così tanto e così a lungo. Lascialo lì, tra le sue bugie che, alla lunga, non ricorderà più. Anzi, darà la colpa a te! Sarai tu, a detta sua, quella che non capiva-non sapeva-non voleva. Perché, Cara mia, ammettere di essere un pollo che si traveste da pavone, è uno sforzo sovrumano.

gin, uomini

credit: favim.com

Uomini Logorroici: Sono quelli che parlano, e poi parlano, poi ancora parlano, poi di nuovo parlano. Quelli che ti fanno uscire con i moment act in borsa, quelli che non leggono, non guardano film, vivono di calcio e scommesse; ma, prima di uscire, dato che a te piace la letteratura inglese, vanno a leggere le prime due righe su Shakespeare scritte su wikipedia; e allora la vostra serata nonostante sia cominciata alle 21, a mezzanotte è ancora focalizzata su Stratford-upon-Avon, su quanto possa essere figo, nascere in un posto così, su come non dev’essere stato facile, in quel posticino partorire capolavori come Romeo e Giulietta. E quando gli chiedi se apprezza altri drammaturghi, ti risponde che non gli piacciono i drink strani, meglio una media chiara; la birra, si sa, ci sta quasi con tutto!

Nemmeno in questo caso, donna, hai colpe. Non è mica colpa tua se non ha il coraggio di dirti oh, di letteratura non me ne importa niente; ma ti sfido a calcetto: una sfida a calci di rigore, ti va? Sarebbe mettere in ballo troppo spirito di iniziativa, troppo coraggio. Lascia perdere!

gin, uomini

credit: noncicolpedia.wikia.it

Uomini Fantasma: Sono quelli con cui esci, ci stai bene, ti fanno ridere, sembrano svegli, divertenti, intelligenti, spiritosi; ti diverti. E a fine serata ti saluta come se niente fosse, come se fosse tutto normale; per poi PUF! sparisce nel nulla. Come se fosse il nuovo arrivato nel terzetto di Ciccia, Molla e Puzza, gli zii del fantasmino Casper. Non lo trovi su facebook, non lo vedi più su whatsapp, pura magia! S’è volatilizzato. E tu non sai cos’è successo, se hai detto qualcosa di sbagliato, di inadeguato, se hai avuto un pezzo di insalata incastrato tra i denti tutta la sera. Non lo sai, e non lo saprai mai.

Cara donna, dirti che non sei il suo tipo, richiede coraggio. Richiede essere uomini, richiede avere le palle e saperle usare per dire cose vere, cose reali. E cara mia, devi sapere che per tanti, il coraggio è puntare un 2 fisso in una partita che palesemente finirà con un pareggio.

gin, uomini

credit: Bob De Angelis Feat Dave Pedrini

Uomini del partito BCR: Basta Che Respiri: Ecco, a mio avviso, sono i peggiori. A loro non importa che tu sia alta, o bassa, che tu abbia ciccia, o che ti si contino le costole con indosso il maglione. A loro non importa che tu sia bionda tipo barbie o mora peggio della pece. Non gli importa come sei. Puoi essere allegra, triste, spiritosa, antipatica, logorroica, cinica, spigliata, estroversa, timida. Non gli interessi tu. Gli importa dire in giro che esce con una tipa. Non gli importa neanche conoscerti. Per quelli così, vali tanto quanto. Sei uguale a chiunque, mai diversa, mai speciale, mai migliore, sempre e soltanto uguale. E quando li molli, non stanno neanche a chiedersi o chiederti il perché. Quello che conta è trovare un altro individuo dai cromosomi XX. Altrimenti, cosa posta su facebook? Chi tagga su instagram!? Deve fare in fretta, altrimenti qualcuno potrebbe accorgersene.

Sono tristi, molto, molto tristi. Non vale proprio la pena. Seriamente, non ne vale la pena!

gin, uomini

credit: wakeupnews.eu

Uomini malati di sesso: Sono quelli che hanno un solo scopo nella vita. Soltanto uno: portarsene a letto quante più possibili. In questi casi non sei una donna, sei un numero. Una cifra, tonda, a caratteri arabi, da sfoggiare e di cui parlare durante una sfida di champions a fifa, con quegli altri quattro pirla che sono i suoi amici. Sono quelli che mentre sei ancora a letto, nel momento in cui vorresti le coccole, ti chiedono ti è piaciuto? sono stato bravo? E ti penti, amaramente, di aver preferito il letto alla cucina, magari in cucina saresti riuscita ad allungare un braccio, afferrare una pentola da frittura e dargli una padellata in piena faccia. Perché non c’è niente di peggio di un uomo che ti chiede come sia stato. Nulla di più miseramente sfigato. Nulla di più avvilente. Davvero.

In questo caso, donna; hai guadagnato molto più di quello che hai perso. Prendi i tuoi vestiti, e vai via; e se siete da te, piglia i suoi, e lanciali dal balcone. Fidati. Fallo uscire dalle tue lenzuola e dalla tua vita. Uno così non può darti nulla. Non potrà mai darti nulla.

gin

credit: courtney_stroebel

Naturalmente, in mezzo a questo triste teatrino, ci sono anche gli uomini normali; quelli veri, Uomini con tanto di U maiuscola. Il punto è che si nascondono, in attesa di cosa, sinceramente, non lo so. Ancora non mi è dato saperlo. Ma ci sono, sono fiduciosa. Però, Cara donna, lo incontrerai quando imparerai a bastarti, quando saprai stare con te stessa; quando capirai che un uomo non è la felicità. E che solo quando riuscirai a stare con te stessa, sarai capace di intraprendere una relazione REALE e portarla avanti. 

Nell’attesa, Donne, non vi accontentate, non friendzonate quelli che sono dei bravi ragazzi, non pretendete l’impossibile. Gli Uomini sono umani, sono persone, esattamente come noi; e come noi, hanno pregi e difetti.

Quello giusto arriva quando smetti di cercarlo.  😉

Gin.

 

0

Leave A Comment

Facebook